Search
  • Marta

Astoria, le cose da non perdere!

Il quartiere residenziale più a nord del distretto del Queens, melting pot di culture provenienti da tutto il mondo, Astoria è definita come “la piccola Grecia di New York” grazie alla forte presenza della comunità greca, ben visibile anche nella proposta gastronomica dei ristoranti. Oggi ricca e tranquilla zona residenziale, conosciuta anche per le caratteristiche family houses (o casette a schiera), lontana dal caos della città e a pochi minuti di metropolitana da Manhattan, deve il suo nome al ricco mercante John Jacob Astor.


(Photo credit: BEV Norton via Flickr Creative Commons)


Da non perdere


Astoria Park

Uno degli spazi verdi più grandi di tutto il Queens, l’Astoria Park è un parco di circa 25 ettari che ospita campi e aree gioco (playground, in inglese) per ogni genere di attività sportiva, dal tennis al baseball, dallo skateboard al basket. Il principale punto di forza è però la splendida piscina gratuita, una delle più frequentate e più antiche della Grande Mela (in funzione dal 1936). Progettata da Robert Moses, occupa una superficie di 5000 metri quadri e, in passato, ha accolto le gare di qualificazione dei Giochi Olimpici. L’Astoria Park regala il suo meglio all’ora del tramonto; concedetevi un momento di relax mentre ammirate lo skyline di Manhattan e il maestoso Hell Gate Bridge riflettere sulle acque dell’East River.


(Photo credit: NYC Parks)

Hell Gate Bridge

Completato nel 1916 e originariamente chiamato The East River Arch Bridge, dal nome del fiume che attraversa, l’East River, oggi questo celebre ponte è soprannominato Hell Gate Bridge (o Porta dell’Inferno). Un nome importante, derivato proprio dal rosso intenso della vernice che un tempo ne colorava la struttura (visibile ancora oggi in alcuni punti) e che, si dice, ricordasse proprio il “cancello degli Inferi”. Meno conosciuto rispetto agli altri di New York ma altrettanto scenografico, questo ponte ferroviario sul quale passa il treno che porta a Long Island, ha una lunghezza di circa 5 km ed è costituito da due torri e da una slanciata struttura centrale ad arco. Una curiosità: si dice che proprio l’Hell Gate Bridge abbia ispirato la costruzione del Sydney Harbour Bridge.


(Photo credit: rob zand)

Triborough Bridge (Triboro Bridge)

Come suggerisce il nome “Tri-borough” o “tre distretti”, questa enorme opera ingegneristica connette infatti Manhattan (Harlem), il Bronx e il Queens. Oggi rinominato RFK Bridge, in onore di Robert Francis Kennedy, senatore dello Stato di New York e fratello del presidente John, è un complesso sistema di tre ponti:

- Il ponte sospeso sull’East River, che connette Astoria a Ward’s Island

- L’Harlem River vertical-lift bridge, che connette Randall’s Island a Manhattan (Harlem)

- Il Bronx Kill truss bridge, che connette Randall’s Island al Bronx

Inaugurato nel 1936, dal design Art Deco, per realizzarlo furono necessari più di 60 milioni di dollari e un migliaio di operai. Oggi è un ponte imponente, costituito da un sistema di strade e superstrade sopraelevate ad alto scorrimento; il ponte è percorribile anche a piedi e in bicicletta (attenzione però ci sono scale, salite e discese!) ma è una passeggiata decisamente inusuale.


Museum of the Moving Image

Una delle tappe da non perdere nella visita di Astoria è il Museum of the Moving Image, un museo tributo dedicato al cinema e alla televisione; un percorso completo dall’evoluzione storica a quella tecnologica, che tocca tutti gli aspetti più interessanti della settima arte. Inaugurato negli anni Ottanta del Novecento, è un punto di ritrovo per gli amanti del genere e non solo, al suo interno infatti si possono vedere proiezioni cinematografiche (dalle prime visioni ai grandi classici, anche del cinema muto), una vasta collezione di pellicole, costumi di scena, ricostruzioni di set e oggetti appartenuti ad attori famosi… la raccolta conta più di 80.000 pezzi!


(Photo credit: NickCPrior)

Socrates Sculture Park

Aperto 365 giorni l’anno, dalle 9 del mattino fino al tramonto, il Socrates Sculture Park è un grande spazio verde interamente dedicato all’esposizione di sculture e opere artistiche. Fino a metà degli anni Ottanta era un’area adibita allo smaltimento dei rifiuti della città, oggi, completamente bonificato e riconvertito, accoglie mostre, eventi, proiezioni cinematografiche e allestimenti temporanei di artisti contemporanei. È il luogo ideale sia per una passeggiata in totale relax tra le opere d’arte sia per ammirare lo splendido panorama dei grattacieli in lontananza.


Bohemian Hall & Beer Garden

Dal 1902 uno dei beer garden più antichi e ancora funzionanti di New York City. Nel periodo estivo, non perdetevi una sosta per gustare alcuni dei piatti tipici provenienti dalla tradizione gastronomica ceca e slovacca o anche solo per sorseggiare una delle birre artigianali (da provare quelle della Repubblica Ceca o le tedesche) migliori della zona. Impossibile non socializzare seduti sulle grandi panche di legno che creano un’atmosfera conviviale!


Murales

Se apprezzate la cosiddetta street art, imperdibili sono gli iconici murales di Astoria. Centinaia di artisti newyorkesi hanno decorato le strade della zona di Wellington Court con meravigliosi disegni “a muro”; la maggior parte riporta slogan e trasmette messaggi significativi a tema sociale, politico o religioso. Oggi purtroppo l’area coinvolta si è drasticamente ridotta, sono rimaste poco più di un centinaio di opere, in particolare nei dintorni dell’Astoria Park, ma è sempre suggestivo perdersi nelle vie del quartiere e ritrovarsi davanti alla “voce dipinta di Astoria”.


(Photo credit: Michel Dominguez)


Curiosità

  • Moltissime sono le serie televisive e i film girati in questo quartiere sia per la particolarità delle sue casette a schiera sia per gli splendidi scorci su Manhattan. Negli anni Venti del Novecento proprio ad Astoria sono stati aperti i Kaufman Astoria Studios, studi cinematografici della Paramount, i primi grandi studios del cinema muto (qui sono stati messi in scena alcuni dei film più famosi di Rodolfo Valentino). I più fortunati potranno incontrare star e attori famosi o assistere alle riprese sui set cinematografici allestiti per le strade! Tra alcuni dei movies più conosciuti girati ad Astoria ricordiamo: The Goodfellas (in italiano, Quei bravi ragazzi), Cotton Club e Il mio grosso grasso matrimonio greco.

  • Ad Astoria è possibile avere un assaggio della vera cucina greca; i profumi e i sapori autentici della tradizione si ritrovano nei numerosi ristoranti e locali del quartiere, che offrono un ottimo rapporto qualità/prezzo.


Info Utili


Per raggiungere il quartiere di Astoria è consigliabile prendere la subway (linee N, W) oppure la linea M60 dell’autobus che da Midtown arriva fino all’aeroporto di La Guardia passando proprio per Astoria Boulevard.


Scatto a New York organizza un tour con trasporto privato e guida ufficiale alla scoperta dei distretti del Bronx, Queens e Brooklyn per info e prenotazioni cliccate QUI


Articolo di Marta Seminari

235 views

© 2020 by Scatto a New York

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

CONTATTACI

Mandaci una email (clicca qui) o un messaggio WhatsApp

al seguente numero:

+1 (347) 213 6961

Hai Domande?

Compila il Form cliccando QUI

© 2020 by Scatto a New York